Costruire un impianto antincendio a regola d'arte. È facile farlo, le nostre forniture sono complete di tutti i componenti necessari.

Cosa occorre per un impianto anticendio completo

 

foto1


1. Manichetta UNI 45

Tutte le manichette sono realizzate in tessuto poliestere ad alta tenacità con sottostrato impermeabilizzante elastomerico oppure in PVC. Vengono fornite complete di raccordi a norma UNI 804 oppure con raccordi leggeri di tipo TN.

 




2. Gruppo di mandata per autopompa UNI 10779

Realizzato in Ottone verniciato rosso RAL 3000, Filettato o Flangiato, PRESSIONE ESERCIZIO max 1,6 MPa ( 16 bar ).

 




3. Rubinetto idrante 1 ½

Rubinetto idrante da 1” ½ - PN16 per manichetta UNI45 con filettatura ISO7

 




4. Cassetta antincendio DN45

Cassetta antincendio da INTERNO/ESTERNO Uni 45 completa di : Tubazione flessibile DN 45 a norma EN 14540, Rubinetto idrante 1”1/2 DN 45 PN 16 – ISO 7, sella porta manichetta, Lancia antincendio UNI 45. Con vetro frangibile o infrangibile.

 




5. Tubazione Preverniciata Rossa ad uso antincendio

Tubo in acciaio al carbonio per reti antincendio e per impianti civili ed industriali, verniciato ROSSO RAL 3000 in resina epossidica

 




6. Cassetta Attacco mandata autopompa UNI 10779

Cassetta per il contenimento dell'attacco mandata autopompa, con vetro infrangibile.

 




7. Lancia antincendio per manichetta UNI 45 pvc con leva ugello diametro

Lancia antincendio a getto conforme alla norma UNI EN 671-2. Funziona mediante valvola a sfera e tramite un dispositivo produce un largo getto di acqua frazionata.

 




8. Tubi in polietilene PN10-16-25

Barre in polietilene per impianto interrato ad uso antincendio.

 




9. Gruppo Antincendio UNI EN 12845

I gruppi di pressurizzazione antincendio vengono applicati nelle alimentazioni idriche ad azionamento automatico per gli impianti antincendio a norma europea UNI EN 12845.

 

COS'E' UN IMPIANTO ANTINCENDIO?

Ogni impianto antincendio è formato da un insieme di dispositivi che ci permettono di rilevare un incendio, dare un allarme e di estinguere il fuoco. Questi dispositivi sono molto importanti per aumentare la sicurezza all'interno ed esterno di uno stabile e, proprio per questo motivo, la legge definisce la loro presenza obbligatoria in ambienti come i locali pubblici o i luoghi di lavoro.

Molteplici le tipologie con installazioni che possono adattarsi ad ogni tipo di esigenza.

Gli impianti differiscono anche grazie al tipo di agente estinguente che contiene, oppure dalla sua modalità di azione, come ad esempio quelli a spegnimento con schiuma o a polvere, oppure quelli che agiscono con acqua ad alta pressione o semplicemente con modalità piovente (sprinkler). L'impianto antincendio, è obbligatorio nel caso di edificio residenziale, quando l'edificio supera i 12 metri di altezza, e proprio quest’anno ci sono state modifiche, miglioramenti e maggiori specifiche al riguardo sia sulle nuove costruzioni che sull’adeguamento di quelle esistenti.

La costruzione di un impianto antincendio, segue un iter ben preciso e articolato prima di essere messo in opera.
Si parte dal progetto iniziale che ne determina la tipologia, tale determinazione viene fatta tenendo principalmente conto dei fattori di rischio, e quindi, della classe di rischio a cui appartiene il nostro immobile.

Accettato il progetto iniziale, a seguire c’è la sua installazione ed infine il controllo da parte degli organi competenti al riguardo (vigili del fuoco), che ne verificheranno la corretta installazione e funzionalità.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies tecnici. Cliccando su Accetta acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy